Notizie Flash

  1. LAZIO SENZA MAFIE: il patto sottoscritto dalle Associazioni e dalla Regione Lazio per contrastare le infiltrazioni mafiose nel tessuto economico e sociale della Regione. ASSEMBLEA SOS IMPRESA - RETE PER LA LEGALITA'

    Protocollo LAZIO SENZA MAFIE

     

    CRIMINALITA’: ASSEMBLEA SOS IMPRESA-RETE PER LA LEGALITA’ - 2 Luglio 2015

    Siglato accordo Confesercenti Lazio e Agenzia delle Entrate Lazio

    Protocollo d'intesa

    La Confesercenti Regionale del Lazio ha sottoscritto un importante protocollo d'intesa con l'Agenzia delle Entrate del Lazio avente ad oggetto l'utilizzo delle migliori iniziative per...

  2. Diventa Imprenditore

     Diventa Imprenditore, crea una nuova azienda

    Con Confesercenti Roma utilizzando il Bando

    Start Up della Camera di Commercio, contributi

    fino a 2.500 euro per l'avvio di impresa

    Per informazioni contatta il C@t,...

Home Blog sezione Comunicati Consumi Pasquali: salva la tradizione, ma permane la contrazione dei consumi nel settore alimentare
Consumi Pasquali: salva la tradizione, ma permane la contrazione dei consumi nel settore alimentare PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 05 Aprile 2012 14:30

Nel nostro territorio a fronte di una stabilità dei prezzi al dettaglio, gli aumenti che si registrano derivano sostanzialmente dall’aumento del costo dei carburanti, si evidenzia un calo dei consumi del 10-15% e questo nonostante numerose promozioni presenti in tutti i punti vendita.

Questo calo ha una connotazione omogenea su tutte le merceologie alimentari, dalla salumeria al fresco, dalla macelleria all’ortofrutta, ai prodotti confezionati.

E’ forte la preoccupazione della Confesercenti di Roma e del Lazio su questo andamento dell’economia, è una situazione che colpisce indifferentemente la grande fascia dei consumatori.

Risulta chiaro che c’è una razionalizzazione delle spese frutto delle difficoltà derivanti dalla crisi che perdura.

E’ per questo che al Governo chiediamo di non procedere ad ulteriori aumenti sull’IVA per evitare di dare un ultimo, decisivo colpo al potere d’acquisto delle famiglie italiane, ai consumi già stagnanti da tempo. E’ necessaria una azione decisa sul piano fiscale che restituisca margini operativi alla spesa delle famiglie andando a ripianare l’erosione del potere d’acquisto che queste hanno subito in questi anni di crisi economica.

La Pasqua 2012, conferma dunque, il quadro critico segnalato dalle rilevazioni Istat e dalle prime anticipazioni sui dati inflattivi di marzo che indicano l’inflazione al 3,3%, rispetto a marzo 2011, mentre l’indice per gli alimenti evidenzia un aumento dei prezzi di 2,5% (dovuto sostanzialmente all’aumento del costo dei carburanti, la benzina che sale del 25,5% su base annua e del 2% su base mensile - il gasolio del 18,6%).

In questo quadro, la tendenza del consumo è, comunque, di mantenere il più possibile la tradizione rispetto ai prodotti tipici di questa festività - uova di cioccolata, colombe, salame corallina, abbacchio, uova, pasta all’uovo – con un occhio molto attento a quantità e costi.

 Roma, 04.04.2012

 

innova energia

logo new

export

Cerca nel sito

Newsletter



Acconsento al trattamento dei miei dati personali (dlgs. 196 del 30/Giugno/2003)

Accesso riservato ai soci

Aprile 2024 Maggio 2024
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30

Eventi in Programma

Non ci sono eventi in programma
Consulta il Calendario