Notizie Flash

  1. LAZIO SENZA MAFIE: il patto sottoscritto dalle Associazioni e dalla Regione Lazio per contrastare le infiltrazioni mafiose nel tessuto economico e sociale della Regione. ASSEMBLEA SOS IMPRESA - RETE PER LA LEGALITA'

    Protocollo LAZIO SENZA MAFIE

     

    CRIMINALITA’: ASSEMBLEA SOS IMPRESA-RETE PER LA LEGALITA’ - 2 Luglio 2015

    Siglato accordo Confesercenti Lazio e Agenzia delle Entrate Lazio

    Protocollo d'intesa

    La Confesercenti Regionale del Lazio ha sottoscritto un importante protocollo d'intesa con l'Agenzia delle Entrate del Lazio avente ad oggetto l'utilizzo delle migliori iniziative per...

  2. Diventa Imprenditore

     Diventa Imprenditore, crea una nuova azienda

    Con Confesercenti Roma utilizzando il Bando

    Start Up della Camera di Commercio, contributi

    fino a 2.500 euro per l'avvio di impresa

    Per informazioni contatta il C@t,...

Home Blog sezione Comunicati Saldi 2011: La Regione sceglie di privilegiare la grande distribuzione dei centri commerciali contro la Piccola e Media Impresa
Saldi 2011: La Regione sceglie di privilegiare la grande distribuzione dei centri commerciali contro la Piccola e Media Impresa PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Lunedì 13 Dicembre 2010 16:08

COMUNICATO STAMPA

 

Saldi 2011

La Regione sceglie di privilegiare la grande distribuzione dei centri commerciali

contro la Piccola e Media Impresa

 

 

L’aver votato per la partenza delle prossime vendite di fine stagione (saldi) invernali il 6 gennaio 2011 è chiaramente una scelta di campo verso la grande distribuzione dei centri commerciali che il Consiglio Regionale del Lazio ha fatto contro la piccola e media distribuzione del settore abbigliamento e calzature del nostro territorio – tuona il presidente della Confesercenti di Roma e del Lazio Valter Giammaria - .

 

Questo a dispetto dei confronti, delle richieste della maggioranza della imprese diffuse che in questi mesi sono stati fatti e presentati e che tentavano di riportare a giusta dignità questo tipo di vendita speciale che,  in questi anni,  con i continui anticipi è stata non solo snaturata ma ha anche contribuito ad alimentare la confusione nei consumatori tra le diverse forme di sconto, oltre che aumentare il disagio e le difficoltà per le piccole e medie imprese.

 

Aver optato per la proposta di Federdistribuzione e Confcommercio – prosegue Giammaria - ignorando quella di mediazione, frutto di continui confronti, dell’Assessore Di Paolo è la dimostrazione palese che la politica continua a fare solo parole quando tratta della piccola e media impresa diffusa, mentre nei fatti privilegia il rapporto con la grande distribuzione dei centri commerciali.

 

Anche sulla “storia” della data unica nazionale c’è necessità di chiarezza poiché si deve dire che su tale tema si è solo agli inizi di una discussione (che ci vede partecipi) che ancora non ha scelto una data certa, tanto è che le altre regioni mantengono le date già in essere.

 

La Confesercenti – conclude Giammaria – non arretra nella battaglia per la difesa della piccola e media impresa del nostro territorio e chiede alla Regione che si dia immediato corso al confronto almeno sui principali temi che abbiamo proposto, quali il blocco di nuove aperture di centri commerciali e la riforma della legge regionale sul commercio.

 

 

Roma, 13.12.2010

 

innova energia

logo new

export

Cerca nel sito

Newsletter



Acconsento al trattamento dei miei dati personali (dlgs. 196 del 30/Giugno/2003)

Accesso riservato ai soci

Giugno 2024 Luglio 2024
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Eventi in Programma

Non ci sono eventi in programma
Consulta il Calendario