Notizie Flash

  1. LAZIO SENZA MAFIE: il patto sottoscritto dalle Associazioni e dalla Regione Lazio per contrastare le infiltrazioni mafiose nel tessuto economico e sociale della Regione. ASSEMBLEA SOS IMPRESA - RETE PER LA LEGALITA'

    Protocollo LAZIO SENZA MAFIE

     

    CRIMINALITA’: ASSEMBLEA SOS IMPRESA-RETE PER LA LEGALITA’ - 2 Luglio 2015

    Siglato accordo Confesercenti Lazio e Agenzia delle Entrate Lazio

    Protocollo d'intesa

    La Confesercenti Regionale del Lazio ha sottoscritto un importante protocollo d'intesa con l'Agenzia delle Entrate del Lazio avente ad oggetto l'utilizzo delle migliori iniziative per...

  2. Diventa Imprenditore

     Diventa Imprenditore, crea una nuova azienda

    Con Confesercenti Roma utilizzando il Bando

    Start Up della Camera di Commercio, contributi

    fino a 2.500 euro per l'avvio di impresa

    Per informazioni contatta il C@t,...

Home Blog sezione Comunicati Confesercenti: No alla tassa di soggiorno
Confesercenti: No alla tassa di soggiorno PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Giovedì 03 Giugno 2010 16:17

 La Confesercenti: ancora un no motivato alla Tassa di soggiorno, che colpirebbe indiscriminatamente anche gli italiani

 

La Confesercenti Provinciale di Roma, ascoltata unitamente alle altre rappresentanze associative in sede di Commissione Consiliare di Bilancio e Turismo del Comune di Roma, in merito all’introduzione della cosiddetta Tassa di soggiorno, ha ribadito con fermezza il proprio dissenso alla proposta che colpirebbe un settore trainante, rendendo la nostra città meno competitiva rispetto alle altre Capitali europee, le quali  godono di un regime fiscale più vantaggioso, ed in modo indiscriminato anche il turismo Italiano che rappresenta il 40% del totale delle presenze.

 

I rappresentanti della Confesercenti presenti all’incontro, il Vice Presidente Mauro Pica Villa, la componente della Giunta Anna Maria Crispino ed il Dirigente provinciale Giuseppe Canfora, anche in rappresentanza del settore delle imprese turistiche, nell’illustrare le ragioni della ferma critica alla proposta, di cui tra l’altro non si conoscono i termini e gli obiettivi economici, hanno evidenziato come non si deve confondere ricettività alberghiera e turismo, comprendendo, la prima, anche i pernottamenti legati ai bisogni di  lavoro, di studio, o di accesso ai servizi sanitari di cui fanno uso gli italiani che giungono a Roma e che sarebbero penalizzati da una ulteriore Tassa.

 

Secondo la Confesercenti occorre abbandonare definitivamente l’idea di una Tassa di soggiorno per far posto, eventualmente, ad una diversa tariffa dei servizi turistici che garantirebbero comunque adeguate entrate per far fronte al bisogno di cassa del Comune di Roma.

 

Il Vice Presidente Pica Villa ha anche aggiunto. “ non si comprende perché il monumento più visitato d’Italia, con i suoi 4 milioni e mezzo di visitatori, il Colosseo, ha un biglietto di soli 9 euro contro gli altri due simboli come la Torre di Londra e la Tour Eiffel che godono di un ticket rispettivamente di 20 e 13 euro”.

 

03.06.2010

 

innova energia

logo new

export

Cerca nel sito

Newsletter



Acconsento al trattamento dei miei dati personali (dlgs. 196 del 30/Giugno/2003)

Accesso riservato ai soci

Aprile 2024 Maggio 2024
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30

Eventi in Programma

Non ci sono eventi in programma
Consulta il Calendario