Notizie Flash

  1. LAZIO SENZA MAFIE: il patto sottoscritto dalle Associazioni e dalla Regione Lazio per contrastare le infiltrazioni mafiose nel tessuto economico e sociale della Regione. ASSEMBLEA SOS IMPRESA - RETE PER LA LEGALITA'

    Protocollo LAZIO SENZA MAFIE

     

    CRIMINALITA’: ASSEMBLEA SOS IMPRESA-RETE PER LA LEGALITA’ - 2 Luglio 2015

    Siglato accordo Confesercenti Lazio e Agenzia delle Entrate Lazio

    Protocollo d'intesa

    La Confesercenti Regionale del Lazio ha sottoscritto un importante protocollo d'intesa con l'Agenzia delle Entrate del Lazio avente ad oggetto l'utilizzo delle migliori iniziative per...

  2. Diventa Imprenditore

     Diventa Imprenditore, crea una nuova azienda

    Con Confesercenti Roma utilizzando il Bando

    Start Up della Camera di Commercio, contributi

    fino a 2.500 euro per l'avvio di impresa

    Per informazioni contatta il C@t,...

Home Blog sezione Comunicati Alla SCF nessun "equo compenso"
Alla SCF nessun "equo compenso" PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Venerdì 05 Febbraio 2010 14:51

 

Alla SCF nessun "equo compenso"

La Confesercenti ribadisce l’inesigibilità delle somme richieste da Scf in relazione all’utilizzo, non a scopo di lucro, di musica all’interno dei pubblici esercizi e - più in generale - di locali commerciali e artigianali.
"Abbiamo, a suo tempo, provveduto – informa la Confesercenti - a inviare formale diffida a Scf e nei prossimi giorni ne partirà una anche alla società di recupero crediti di cui Scf si serve. Inoltre, abbiamo predisposto un fac-simile di lettera che i commercianti potranno utilizzare per rifiutare il pagamento. Tali facsimile è in distribuzione in tutte le nostre sedi".
"A nostro avviso – prosegue la Confesercenti - l’equo compenso non è dovuto, sia perché non è mai stato approvato il regolamento che avrebbe dovuto fissarne gli eventuali importi, sia perché la Confesercenti - a differenza di altre associazioni - non ha mai sottoscritto alcuna convenzione con Scf (e dunque le richieste di Scf non coinvolgono i suoi associati). Si aggiunga che la Siae ha siglato un accordo il 23 ottobre scorso con l’Afi (Associazione dei fonografici italiani) per la riscossione per conto dei produttori fonografici ad essa associati dell’equo compenso. Dunque - ad oggi - non si sa in base a quale norma si dovrebbe pagare e neppure a chi. In queste condizioni ogni richiesta è evidentemente vessatoria, tenendo oltretutto conto che già vengono versati i canoni Siae e Rai".

 

 

 

 

innova energia

logo new

export

Cerca nel sito

Newsletter



Acconsento al trattamento dei miei dati personali (dlgs. 196 del 30/Giugno/2003)

Accesso riservato ai soci

Aprile 2024 Maggio 2024
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30

Eventi in Programma

Non ci sono eventi in programma
Consulta il Calendario