Importante precisazione: per i lavoratori dipendenti presso le attività è sufficiente il green pass base

Con una nuova FAQ pubblicata sul sito istituzionale, il Governo ha chiarito che ai lavoratori  dipendenti impiegati presso strutture e attività di cui all'articolo 9-bis del decreto-legge n. 52  del 2021 per le quali (per effetto delle norme approvate con i decreti-legge n. 221 e 229 del 2021) è  richiesto il cd. green pass “rafforzato” (tra cui, a titolo esemplificativo, alberghi, convegni,  congressi, sagre e fiere, ristoranti, musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre; piscine,  centri natatori, palestre, centri benessere, centri termali, parchi tematici e di divertimento,  centri culturali, centri sociali e ricreativi, sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò) è  richiesto solo il green pass “base” e non quello rafforzato, che sarà invece obbligatorio per i soli  lavoratori ultracinquantenni, a decorrere dal 15 febbraio 2022. 

Dunque, anche se per i clienti che accedano alle predette attività sono necessari il possesso e  l’esibizione del green pass rafforzato, per chiunque svolga le relative attività lavorative (oltre che ai  dipendenti riteniamo la norma si applichi anche ai titolari che vi esercitino l’attività) l’obbligo,  qualora non abbia compiuto i cinquanta anni di età, rimane quello di possedere il green pass base,  che consente – come è noto – di poter contare anche sull’effettuazione di un test antigenico rapido o  molecolare per avere accesso alle attività lavorative