Comune di Roma: stop alla vendita di alcol dopo le ore 18 anche per i minimarket. Soddisfatta la Fiepet Confesercenti, la Federazione dei pubblici esercizi

Il Comune di Roma annuncia l'emanazione di una nuova Ordianza che vieta la vendita di alcol per asporto dopo le ore 18.00 in tutti gli esercizi fino a 400 metri quadrati.

Lo scopo è quello di mettere fine agli assembramenti registrati la sera sui marciapiandi della città.

Soddisfazione della Fietet Confesercenti, la Federazione dei Pubblici Esercizi, che da mesi denunciava la situazione. "Con questa Ordinanza - dichiarano dalla Federazione- che attendiamo in queste ore, si mette fine ad un concorrenza sleale che denunciamo da tempo. La Fiepet ha piu volte segnalato questa situazione agli Assessori alle attività produttive circa quanto stava accadendo nella città. Di fatto si creavano assembramenti dopo le ore 18.00 con marciapiandi trasformati in aree di happy hour all'aperto".

Il provvedimento in emanazionione, che prevederebbe opportune sanzioni a chi non rispetta il divieto, tra i 400 ed i 1000 euro, estendendo il divieto fino ai locali con superfici fino ai 400 metri quadrati, quindi anche ai minimarket, fa salve, di fatto, le più grandi attività alimentari quali i super e gli ipermercati. Le enoteche restano escluse dal divieto in quanto autorizzate alla vendita per asporto fino alle ore 21.