Notizie Flash
  1. Nasce l'UFFICIO ENERGIA e AMBIENTE della Confesercenti di Roma

     

    RISPARMIA sulla BOLLETTA!

    Nasce l'Ufficio Energia e Ambiente della Confesercenti...

  2. CONFESERCENTI ITACO. LA SUA PENSIONE? NE PARLI CON NOI: RICHIEDA IL SUO ESTRATTO CONTRIBUTIVO. IL SERVIZIO E' GRATUTITO
     Sede Provinciale di Roma- Via Messina n. 19 

    Ci chiami  al numero 06.44.25.02.67

BANNER CAMPAGNA 2015 290X198PXL

  1. LAZIO SENZA MAFIE: il patto sottoscritto dalle Associazioni e dalla Regione Lazio per contrastare le infiltrazioni mafiose nel tessuto economico e sociale della Regione

    Protocollo LAZIO SENZA MAFIE

     


  2. Siglato accordo Confesercenti Lazio e Agenzia delle Entrate Lazio

    Protocollo d'intesa

    La Confesercenti Regionale del Lazio ha sottoscritto un importante protocollo d'intesa con l'Agenzia delle Entrate del Lazio avente ad oggetto l'utilizzo delle migliori iniziative per...

  3. Diventa Imprenditore

     Diventa Imprenditore, crea una nuova azienda

    Con Confesercenti Roma utilizzando il Bando

    Start Up della Camera di Commercio, contributi

    fino a 2.500 euro per l'avvio di impresa

    Per informazioni contatta il C@t,...

Home Blog sezione
Protagonisti del cibo: Confesercenti Lazio invita a partecipare ad EXPO Milano 2015 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Martedì 10 Febbraio 2015 11:43

search.jpg

Arsial in collaborazione con Roma Capitale e Unioncamere Lazio promuove il progetto ”Protagonisti del cibo”. Una grande opportunità per le aziende regionali in vista di Expo Milano 2015. La Confesercenti di Roma e del Lazio fornisce tutte le informazioni necessarie per partecipare al bando.

Arsial (Agenzia regionale per lo sviluppo e l'innovazione dell'agricoltura nel Lazio) è stata individuata dalla Regione Lazio quale soggetto attuatore per la creazione del Repertorio “I valori enogastronomici del Lazio”, uno strumento permanente di promozione e valorizzazione delle produzioni agroalimentari e vitivinicole regionali, che si svilupperà su scala nazionale e internazionale grazie all’Expo di Milano 2015.

Expo Milano 2015 costituisce una grande opportunità per valorizzare e promuovere le eccellenze alimentari del territorio regionale, coinvolgendo in un processo partecipativo tutti quei soggetti che possano contribuire a sviluppare il tema Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita, nelle sue diverse declinazioni di sostenibilità, tutela del capitale naturale, innovazione sociale, cooperazione, creatività e sviluppo.

L’efficacia delle future iniziative dipende anche dalla disponibilità di un Repertorio aggiornato di tutte le valenze espresse dal sistema produttivo regionale, al fine di garantire la migliore finalizzazione delle risorse disponibili e supportare l’internazionalizzazione delle  imprese con strumenti dedicati, quali la profilazione delle referenze per i singoli mercati, l’accesso alle diverse certificazioni richieste dai Paesi extra-UE, l’adeguamento dell’etichettatura agli standard dettati dal Reg. UE 1169/2011, ecc.

L’Agenzia intende caratterizzare il Repertorio come strumento permanente e dinamico, soggetto ad aggiornamento periodico, al fine di un pieno coinvolgimento della base produttiva sia per le iniziative promozionali, sia per condividere strumenti ed opportunità che di volta in volta si rendono disponibili in attuazione delle nuove strategie regionali, nazionali e comunitarie.

Lacall per la partecipazione al palinsesto Expo Milano 2015 resterà aperta fino al 31 marzo 2015, le manifestazioni di interesse potranno pervenire entro tale data.

Per scaricare tutta la documentazione relativa al bando e per ricevere ulteriori informazioni contatta il nostro ufficio - tel. 06 44250267 - internazionalizzazione o tramite mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 10 Febbraio 2015 14:53
 
Fiera ITB Berlino 2015: come partecipare PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 06 Febbraio 2015 16:07

itb_logo_home-en.png

La Confesercenti Roma e Lazio invita tutte le aziende interessate a presentare richiesta di partecipazione alla fiera ITB di Berlino 2015, che con oltre 160.000 visitatori tra cui 110.000 operatori del settore del turismo e 11.000 espositori provenienti da 180 paesi diversi, è la maggiore fiera e mercato d'affari dell'industria del turismo.

La Regione Lazio e Roma Capitale parteciperanno alla manifestazione fieristica con uno spazio espositivo unitario. Lo spazio riservato alla Regione Lazio e a Roma Capitale è situato nell’area espositiva allestita da Enit -  Agenzia  Nazionale del Turismo.

La sede della fiera sarà MESSE BERLIN, Messedamm  22, 14055 Berlino, qui i partecipanti avranno la possibilità di esporre presso lo stand Italia ENIT/Regioni situato presso il  Padiglione 1.2, Stand 101, 101a, 101b.

Considerate le dimensioni dello spazio disponibile per Roma Capitale e Regione Lazio, pari a complessivi 80 mq, è possibile prevedere un numero limitato di postazioni  riservate agli operatori

interessati a partecipare. Resta inteso che lo stand potrà essere utilizzato come utile punto di riferimento per gli appuntamenti.

 

Per richiedere l’accredito allo stand Regione Lazio/Roma Capitale è necessario inviare il  modulo, debitamente compilato, entro e non oltre il 12 febbraio 2015.

Per ricevere il modulo e i contatti per le manifestazioni di interesse contatta

l'Ufficio Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Martedì 10 Febbraio 2015 14:48
 
Fuorisalone 2015: Milano 14-19 aprile - Pmi Lazio PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 02 Febbraio 2015 16:58

Unioncamere Lazio e Regione Lazio in collaborazione con la Camera di Commercio di Commercio di Roma, Lazio Innova spa e la Confesercenti del Lazio, insieme alle altre associazioni di categoria, promuove nell’ambito del programma di attività promozionale 2015 la partecipazione di una collettiva di imprese laziali alla prossima edizione del Fuori Salone Milano Design Week in programma a Milano dal 14 al 19 aprile 2015 .

 

La collettiva riguarda i seguenti settori:

Arredo – cucina, bagno, living esterni

Design – Interior design, illuminazione, tessuti e pelli per l’arredamento

Altro – componenti d’arredo e accessori

Il Fuori Salone Milano design week ad oggi è l'evento più importante al mondo legato al tema del design, il termine è usato per definire l'insieme di eventi ed esposizioni che animano l'intera città di Milano nel periodo di Aprile in corrispondenza del Salone del Mobile.

Il Fuorisalone registra ogni anno un numero crescente di visitatori che transitano per il territorio scoprendo e condividendo le nuove tendenze e creazioni, che prendono vita in spazi collettivi ripensati ed adattati dai protagonisti del design contemporaneo.

Unioncamere Lazio allestirà ed organizzerà per le aziende del Lazio un’area presso il rinomato T35 del NHOW Hotel in Via Tortona 35, interamente dedicata all’arredamento ed al design ed alle produzioni artigianali di qualità e di eccellenza.

Scopo dell’esposizione sarà quello di presentare all’interno dell’area espositiva LAZIO FACTORY DESIGN una selezione delle produzioni artigianali di qualità e di eccellenza che si ispirano ai principi di eco sostenibilità e rispetto per il pianeta

La selezione delle produzioni che verranno esposte al Fuorisalone 2015 avverrà seguendo la relazione tra materiali naturali e costruzione artificiale, i legami tra innovazione e sostenibilità ambientale.

Lo scopo dell’esposizione sarà quello di presentare all’interno del LAZIO FACTORY DESIGN  una selezione di produzioni che sappiano rispondere al tema del “Contemporary Organic Design”:

  • ispirazione delle forme della natura

  • progettazione di strutture uniche

  • funzione

Le produzione dovranno inoltre rispettare i requisiti:

  • scelta di materiali e colori

  • innovazione tecnologica e design

  • eco sostenibilità

  • qualità ed originalità nella forma e nell’esposizione

Ulteriori criteri nella selezione delle produzioni saranno il possesso dei certificati aziendali (ambientali); certificazioni di prodotto; premi di design.

I costi di acquisizione dell’area espositiva, ufficio stampa, catalogo imprese, saranno sostenuti da Unioncamere Lazio e Regione Lazio. Le aziende ammesse a partecipare dovranno sostenere le spese di partecipazione 300,00 € iva inclusa, spese di viaggio e soggiorno del proprio rappresentante, trasporto della merce in andata e ritorno.

Ogni impresa avrà la possibilità di esporre 1 solo prodotto o fin ad un massimo di 3 nel caso di prodotti coordinati tra loro.

Leimprese interessate a partecipare, unitamente alla domanda di ammissione, dovranno inviare per posta elettronica ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ), la scheda descrittiva del prodotto che intendono esporre e le immagini relative.

L’invio della domanda di ammissione dovrà avvenire entro e non oltre il 16 febbraio.

Ulteriori informazioni possono essere richieste contattando la Confesercenti di Roma e Lazio 06.44250267 Sportello Internazionalizzazione

Ultimo aggiornamento Lunedì 02 Febbraio 2015 17:15
 
Sistri. Aggiornamenti su scadenze e sanzioni. PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 30 Gennaio 2015 16:33
Riconfermata l’esclusione delle imprese con meno di 10 dipendenti
SISTRI. Aggiornamenti su scadenze e sanzioni. Riconfermata l’esclusione delle imprese con meno di 10 dipendenti

 

 

 

 

 

 

Le prossime scadenze relative alle sanzioni concernenti il SISTRI, previste dal DL 192/14, in via di conversione, si applicano ai soggetti obbligati ad aderire al sistema di tracciabilità e decorrono dal 1° febbraio 2015. 
Ricordiamo che, in attuazione dell'Articolo 188-ter comma 3, del D.lgs. n. 152 del 2006, il Dm 24.4.2014 ha stabilito che gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi obbligati ad aderire al SISTRI sono una serie di soggetti tra cui gli enti e le imprese con più di dieci dipendenti, produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi di cui all'art. 184, comma 3, lettere b), c), d), e), f) ed h), del d.lgs. n. 152 del 2006 e successive modificazioni ed integrazioni (escluse quindi le imprese che occupano fino a dieci dipendenti). 
Alla luce di questo, stante quanto comunicato lo scorso anno dal Ministero, e mai smentito, e preso atto anche di alcune rassicurazioni di conferma ottenute per le vie brevi dal nostro Ufficio nei contatti con la competente Direzione ministeriale, possiamo affermare con sufficiente certezza che le imprese non obbligate ad iscriversi al SISTRI e che non hanno proceduto alla cancellazione non devono dar corso al pagamento del contributo SISTRI, né per il 2014 né per gli anni a venire. Nota dell’Ufficio Legislativo Faib Confesercenti 
Come è noto, il D.L. 31.12.2014, n. 192, recante “Proroga di termini previsti da disposizioni legislative”, in via di conversione in legge, all’art. 9 (Proroga di termini in materia ambientale), comma 3, stabilisce che le sanzioni relative al SISTRI, di cui all'articolo 260-bis, commi 1 e 2, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modificazioni, si applicano a decorrere dal 1° febbraio 2015. 
Il secondo comma del citato art. 260-bis prevede che i soggetti obbligati che omettono, nei termini previsti, il pagamento del contributo per l’iscrizione al Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI) di cui all’ articolo 188-bis, comma 2, lett. a), sono puniti con una sanzione amministrativa pecuniaria da duemilaseicento euro a quindicimilacinquecento euro. In caso di rifiuti pericolosi, si applica una sanzione amministrativa pecuniaria da quindicimilacinquecento euro a novantatremila euro. 
Ricordiamo però che, in attuazione dell'articolo 188-ter comma 3, del d.lgs. n. 152 del 2006, il Dm 24.4.2014 ha stabilito che gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi obbligati ad aderire al SISTRI sono: 
a) gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi da attività agricole ed agroindustriali con più di 10 dipendenti, esclusi, indipendentemente dal numero dei dipendenti, gli enti e le imprese di cui all'art. 2135 del codice civile che conferiscono i propri rifiuti nell'ambito di circuiti organizzati di raccolta, ai sensi dell'art. 183, comma 1, lettera pp) del d.lgs. 152 del 2006; 
b) gli enti e le imprese con più di dieci dipendenti, produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi di cui all'art. 184, comma 3, lettere b), c), d), e), f) ed h), del d.lgs. n. 152 del 2006 e successive modificazioni ed integrazioni (escluse quindi le imprese che occupano fino a dieci dipendenti); 
c) gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi che effettuano attività di stoccaggio di cui all'art. 183, comma 1, lettera aa), del d.lgs. n. 152 del 2006; 
d) gli enti e le imprese che effettuano la raccolta, il trasporto, il recupero, lo smaltimento dei rifiuti urbani nella regione Campania; 
e) gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi da attività di pesca professionale e acquacoltura, di cui al d.lgs. 9 gennaio 2012, n. 4, con più di dieci dipendenti, ad esclusione, indipendentemente dal numero dei dipendenti, degli enti e delle imprese iscritti alla sezione speciale «imprese agricole» del Registro delle imprese che conferiscono i propri rifiuti nell'ambito di circuiti organizzati di raccolta, ai sensi dell'art. 183, comma 1, lettera pp) del d.lgs. 152 del 2006. 
Per gli enti e le imprese produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi che non sono obbligati ad aderire al SISTRI ai sensi del comma 1, ovvero che non vi aderiscono volontariamente, restano fermi gli adempimenti e gli obblighi relativi alla tenuta dei registri di carico e scarico e del formulario di identificazione di cui agli articoli 190 e 193 del d.lgs. n. 152 del 2006 e successive modificazioni ed integrazioni. 
Il Ministero dell’ambiente, con comunicato del 24 giugno 2014, spiegò che i soggetti già iscritti al SISTRI i quali non sono tenuti ad aderire né aderiscono volontariamente al sistema non devono versare il contributo annuale alla scadenza del 30 giugno 2014 (scadenza prevista per lo scorso anno a seguito di proroghe), anche se a tale data la procedura di cancellazione dell’iscrizione non è stata avviata o non è conclusa. 
Rammentiamo che con nostre note le strutture della Confesercenti erano state avvisate del fatto che il Ministero aveva “messo in cantiere” la possibilità di ammettere procedure “massive” di cancellazione dei soggetti non più obbligati all’iscrizione al SISTRI. Tali procedure non risultano, allo stato, essere state adottate. 
Tuttavia, stante quanto comunicato lo scorso anno dal Ministero e mai smentito e preso atto anche di alcune rassicurazioni di conferma ottenute per le vie brevi dal nostro Ufficio nei contatti con la competente Direzione ministeriale, possiamo affermare con sufficiente certezza che le imprese non obbligate ad iscriversi al SISTRI e che non hanno proceduto alla cancellazione non devono dar corso al pagamento del contributo SISTRI, né per il 2014 né per gli anni a venire. 
La cancellazione dal Sistema, in mancanza di norme di semplificazione delle procedure (le sopra menzionate “cancellazioni massive”), potrà avvenire pertanto anche individualmente, secondo quanto previsto dalle regole di gestione del SISTRI, senza il rispetto di particolari tempistiche. 
Per quanto riguarda i soggetti tenuti all’iscrizione, il pagamento è tecnicamente un atto dovuto, anche se ci rendiamo conto che, in relazione alla mancata partenza effettiva del Sistema, si tratta di una situazione ai limiti della legittimità. 
Confesercenti, da sola e nell’ambito di RETE Imprese, ha tentato più volte di ottenere il risultato della cancellazione dell’obbligo, in vista della rimodulazione del Sistema in chiave efficiente, ma attualmente il risultato non è stato raggiunto. 
Pertanto, da parte nostra, non possiamo che confermare un obbligo legale al pagamento, per quanto “mal sopportato”.

 
Comune di Roma: Cosap prorogata al 31 marzo 2015 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 30 Gennaio 2015 16:17
Immagine 180
COSAP, scadenza prorogata al 31 marzo 2015!
 
La Deliberazione di Giunta Capitolina n° 392 del 30/12/2014 proroga al 31 marzo 2015 il termine di pagamento del canone di occupazione di suolo pubblico permanente (COSAP) e del canone sulle iniziative pubblicitarie (CIP) in scadenza al 31 gennaio 2015, in virtù della futura revisione dei coefficenti stradali.
 
Vi invitiamo a contattare i ns. uffici per ricevere informazioni, assistenza  ed aggiornamenti.
 
Ultimo aggiornamento Venerdì 30 Gennaio 2015 16:29
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 59

innova energia

export

Cerca nel sito

Newsletter



Acconsento al trattamento dei miei dati personali (dlgs. 196 del 30/Giugno/2003)

Accesso riservato ai soci

Marzo 2015 Aprile 2015
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31

Eventi in Programma

Non ci sono eventi in programma
Consulta il Calendario