Notizie Flash

  1. LAZIO SENZA MAFIE: il patto sottoscritto dalle Associazioni e dalla Regione Lazio per contrastare le infiltrazioni mafiose nel tessuto economico e sociale della Regione. ASSEMBLEA SOS IMPRESA - RETE PER LA LEGALITA'

    Protocollo LAZIO SENZA MAFIE

     

    CRIMINALITA’: ASSEMBLEA SOS IMPRESA-RETE PER LA LEGALITA’ - 2 Luglio 2015

    Siglato accordo Confesercenti Lazio e Agenzia delle Entrate Lazio

    Protocollo d'intesa

    La Confesercenti Regionale del Lazio ha sottoscritto un importante protocollo d'intesa con l'Agenzia delle Entrate del Lazio avente ad oggetto l'utilizzo delle migliori iniziative per...

  2. Diventa Imprenditore

     Diventa Imprenditore, crea una nuova azienda

    Con Confesercenti Roma utilizzando il Bando

    Start Up della Camera di Commercio, contributi

    fino a 2.500 euro per l'avvio di impresa

    Per informazioni contatta il C@t,...

Home Blog sezione
Convegno "L'accesso al credito agevolato per le PMI della Regione Lazio" PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 03 Marzo 2016 15:21
 

loghi

L’accesso al credito agevolato

per le PMI della Regione Lazio

ed il ruolo strategico della Confesercenti

Convenzione BNL/Gruppo BNP Paribas Gruppo

Confesercenti Nazionale

Roma, Giovedi 17 marzo 2016 

Centro Congressi CAVOUR

Via Cavour, 50/a

h 10.00 Registrazione dei partecipanti

h 10.30 Inizio lavori

Relazione di apertura

Valter Giammaria

Presidente Confesercenti di Roma

Gli strumenti del Gruppo Confesercenti per favorire l’accesso al credito

delle PMI: lo strumento di garanzia del Fondo Centrale di Garanzia

di cui alla L. 662/96

Silviano Di Pinto

Responsabile Commerciale A.T.S. SERVIZI – Gruppo Confesercenti Nazionale

L’accesso al credito per le PMI e la partnership con il Gruppo Confesercenti

Raffaele Bruno

Deputy Head – Direzione Territoriale Retail e Private Centro -

BNL/Gruppo BNP Paribas

Maila Giomi

Referente Confidi – Direzione Territoriale Retail e Provate Centro -

BNL/Gruppo BNP Paribas

13.00 Chiusura dei lavori

Il Convegno valido ai fini della formazione professionale continua dei Dottori Commercialisti

ed Esperti Contabili e in corso di accreditamento presso l’ODCEC di Roma

Ultimo aggiornamento Giovedì 03 Marzo 2016 16:26
 
L'8 marzo a Roma, al Tempio di Adriano: ieri, oggi e domani storie d'impresa al femminile PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 03 Marzo 2016 14:52

unnamed

Ultimo aggiornamento Giovedì 03 Marzo 2016 15:21
 
Inps: indennizzo ai commercianti che cessano l'attività PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 29 Febbraio 2016 17:07

inps

Si ricorda che fino al 31.12.2016 l’INPS ha la possibilità di erogare l’indennizzo a favore degli operatori del commercio di cui al DLgs.n 207/96, che decidono di cessare la loro attività riconsegnando al Comune di residenza l’autorizzazione amministrativa. Conseguentemente al provvedimento legislativo ed alle conseguenti istruzioni fornite dall’INPS, vi ricordiamo le modalità per ottenere il risarcimento.

Per quanti avessero deciso di chiudere definitivamente la rivendita e riconsegnare la licenza al Comune si prevede un indennizzo pari al trattamento minimo di pensione previsto per gli iscritti alla gestione commercianti fino al mese dell’anno nel quale il beneficiario compie l’età per la pensione di vecchiaia.

I requisiti richiesti dalla norma sono:

• aver compiuto i 62 anni di età, se uomo, oppure 57, se donna;

• essere iscritto/a al momento della cessazione dell’attività da almeno cinque anni alla gestione INPS commercianti

• cessare definitivamente l’attività previa consegna in Comune della licenza e previa comunicazione al comune della cessazione dell’attività.

Per chi maturerà i requisiti sopra elencati entro il 31.12.2016, e volesse ottenere l’indennizzo per la rottamazione, può presentare domanda all’INPS entro il 31. 01 2017.

A quanti fossero interessati, consigliamo di rivolgersi alla Confesercenti di Roma.

 
Inail: al via il Bando su salute e sicurezza nelle imprese PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 29 Febbraio 2016 16:49

ucm 210075Fonte Inail

L'Inail finanzia in conto capitale le spese sostenute per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato ed agricoltura.

 

Fondi a disposizione

Sono resi disponibili euro 276.269.986,00 con il bando Isi 2015. I finanziamenti sono a fondo perduto e vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande. Il contributo, pari al 65% dell’investimento, per un massimo di 130.000 euro, viene erogato a seguito del superamento della verifica tecnico-amministrativa e la conseguente realizzazione del progetto ed è cumulabile con benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito (es. gestiti dal Fondo di garanzia delle Pmi e da Ismea).

 

  • Prima fase: inserimento online del progetto

Dal 1° marzo 2016, fino alle ore 18.00 del 5 maggio 2016, nella sezione “accedi ai servizi online” del sito Inail le imprese registrate hanno a disposizione un’applicazione informatica per la compilazione della domanda, che consente di:

effettuare simulazioni relative al progetto da presentare;

verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità;

salvare la domanda inserita;

effettuare la registrazione della propria domanda attraverso l’apposita funzione presente in procedura tramite il tasto “invia”.

 

  • Seconda fase: inserimento del codice identificativo

Dal 12 maggio 2016 le imprese che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista e salvato definitivamente la propria domanda, effettuandone la registrazione attraverso l’apposita funzione presente in procedura tramite il tasto “invia”, possono accedere all’interno della procedura informatica ed effettuare il download del proprio codice identificativo che le identifica in maniera univoca.

 

  • Terza fase: invio del codice identificativo (click-day)

Le imprese possono inviare attraverso lo sportello informatico la domanda di ammissione al contributo, utilizzando il codice identificativo attribuito alla propria domanda, ottenuto mediante la procedura di download.

La data e gli orari di apertura e chiusura dello sportello informatico per l’invio delle domande sono pubblicati sul sito Inail a partire dal 19 maggio 2016.

Vai a:  

Estratto del bando >>

Avvisi pubblici regionali >>

Presentazione ISI 2015 (.pdf - 847 kb)

 
Ultimo aggiornamento Giovedì 03 Marzo 2016 15:27
 
Milleproroghe e modifiche: conversione del Decreto Legge PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 29 Febbraio 2016 15:37

foto 4

E’ stata pubblicata in GU n. 47 del  26-2-16 la Legge n. 21 recante la conversione con modificazioni del vigente Decreto Legge n. 210/2015 (Proroga di termini previsti da vigenti disposizioni legislative), il cui testo coordinato dalle relative variazioni è efficace a partire dal 26 febbraio 2016.  

 

Adempimenti Prevenzione Antincendio

E’ stato inserito all’art. 4 (Competenza dei Ministeri dell’interno e della difesa) il seguente nuovo comma: “2-bis. All'art. 11, comma 1, del decreto-legge 30 dicembre 2013, n. 150, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio  2014, n. 15, le parole: «31 ottobre 2015» sono sostituite  dalle  seguenti: «31 dicembre 2016».”.

Ne consegue che il termine utile stabilito dall’art. 15 comma 7 DL n. 216/2011 e ss. per completare l’adeguamento alle disposizioni di prevenzione incendi, è prorogato di ulteriori quattordici mesi per le strutture ricettive turistico-alberghiere con oltre venticinque posti letto, esistenti alla data di entrata in vigore del DM interno 9 aprile 1994 e ss., che siano in possesso dei requisiti per l’ammissione al piano straordinario biennale di adeguamento antincendio approvato con DM interno 16 marzo 2012  e ss.;

 

Distretti Turistici

E’ stata ribadita in primo luogo la proroga al 30 giugno p.v. del termine di cui all’art. 5 (Distretti turistici), assegnato come è noto alle Regioni d’intesa con i rispettivi Comuni - in base all’art. 3 comma 5 DL n. 70/2011 e ss. - per la delimitazione territoriale dei Distretti turistici, che possono essere istituiti come è noto con decreto ad hoc del MIBACT su richiesta delle aziende interessate, per riqualificare e rilanciare l’offerta turistica a livello nazionale ed internazionale, nonché accrescere lo sviluppo delle aree e dei settori coinvolti, implementare la realizzazione dei servizi necessari e fornire altresì certezza del diritto alle imprese operanti nell’ambito dei Distretti stessi (ad es. opportunità di investimento, accesso al credito, semplificazione dei rapporti con le PP AA).

Si ricorda a tal proposito che la delimitazione distrettuale - oggetto del differimento semestrale - sarà preceduta da apposita Conferenza di servizi, da indire su eventuale istanza delle stesse imprese interessate, la cui procedura avrà esito positivo in tutti i casi di silenzio-assenso da parte della competente amministrazione (assenza di diniego entro due mesi dall'avvio dell’iter);

 

Noleggio Con Conducente

E’ stata confermata altresì la proroga al 31 dicembre p.v. del termine di cui all’art. 7 comma 5 (Infrastrutture e trasporti), concernente l’adozione delle previste disposizioni attuative della Legge n. 21/1992 e ss. integrazioni (Servizio di Noleggio Con Conducente), la cui scadenza era già differita in base all’art. 2 comma 3 DL n. 40/2010 e ss. per la prevenzione dell’esercizio abusivo del medesimo servizio NCC.

 

Sistema Tracciabilità Rifiuti

E’ stata inoltre ribadita la proroga al 31 dicembre p.v. del termine relativo agli adempimenti ed alle sanzioni Sistri di cui all’art. 8 comma 1 (Competenza del Ministero dell’ambiente), mentre in sede di conversione è stato aggiunto alla già descritta lett. a) il seguente periodo:  "Fino al 31 dicembre 2016 e comunque non oltre il collaudo con esito positivo della piena operatività del nuovo sistema di tracciabilità individuato a mezzo di procedura ad evidenza pubblica, indetta dalla Consip Spa con bando pubblicato il 26 giugno 2015, le sanzioni di cui all’articolo 260-bis, commi 1 e 2, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, sono ridotte del 50 per cento.".

E’ stata inserita infine con la seguente nuova lettera: “b-bis) al comma 9-bis è aggiunto, in fine, il seguente periodo: ‘In ogni caso, all’attuale concessionaria del SISTRI è corrisposta, a titolo di anticipazione delle somme da versare per l’indennizzo dei costi di produzione e salvo conguaglio, da effettuare a seguito della procedura previ-sta dal periodo precedente, la somma di 10 milioni di euro per l’anno 2015 e di 10 milioni di euro per l’anno 2016. Al pagamento delle somme a titolo di anticipazione provvede, entro il 31 marzo 2016, il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare nell’ambito dei pro-pri stanziamenti di bilancio ’.”.

Riepilogando nuovamente, a norma dell’art. 11 comma 3-bis e comma 9-bis DL n. 101/2013 e ss., così come modificato ulteriormente ai sensi dell’art. 8 comma 1 del DL milleproroghe n. 210/15 appena convertito con variazioni in legge ordinaria:

- continueranno a trovare applicazione sino alla fine dell’anno in corso gli adempimenti e gli obblighi di registrazione di carico e scarico dei rifiuti previsti come è noto dal Codice ambientale agli artt. 188 e ss. (c.d. ‘doppio binario’), allo scopo di permettere la tenuta dei relativi registri e formulari anche in modalità elettronica;

- sono ridotte del 50% sino al 31 dicembre 2016 le sole sanzioni Sistri applicabili, vale a dire quelle previste dal Codice ambientale nei confronti dei produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi con oltre dieci dipendenti, qualora risultino palesemente inadempienti rispetto all’obbligo di iscrizione e di contribuzione al sistema (art. 260-bis commi 1 e 2 D.Lgs 152/2006 e ss.);

- continueranno nel frattempo a non applicarsi sino al 31 dicembre p.v. tutte le altre sanzioni Sistri, contemplate dal Codice nella generalità dei restanti casi di inottemperanza (art. 260-bis commi da 3 a 9 D.Lgs 152/2006 e ss);

- è fissato parimenti al 31 dicembre 2016 il termine finale di efficacia del contratto tra il Ministero dell’ambiente e ‘Selex service management S.p.a.’, nelle more della convenzione con ‘Consip Spa’ per la procedura di affidamento della concessione del servizio di tracciabilità dei rifiuti ad altra società nel rispetto dei princìpi semplificazione ed interoperabilità tra i sistemi informatici preesistenti, con previsione di indennizzare l’attuale concessionaria Selex– a valere sugli stanziamenti ministeriali entro il 31 marzo p.v. – per i costi di produzione consuntivati sino alla fine dell’anno in corso  (complessivi € 20 milioni tra 2015 e 2016).

 

Bonus Tracciabilità Vendite Stampa

E’ stato infine confermato in sede di conversione il testo dell’art. 12 (Credito d’imposta per promuovere la tracciabilità delle vendite dei giornali e la modernizzazione della rete di distribuzione e vendita della stampa quotidiana e periodica) che proroga come è noto al 31 dicembre 2016 il termine a partire da cui decorrerà l’onere di assicurare la tracciabilità delle vendite e delle rese, ai fini dell’effettiva fruibilità dell’agevolazione fiscale di cui all’art. 4 comma 1 DL n. 63/2012 e ss. (Disposizioni urgenti in materia di riordino dei contributi alle imprese editrici, nonché di vendita della stampa quotidiana e periodica e di pubblicità istituzionale). Si intende che per l’anno 2016 tale credito d'imposta, teso all’adeguamento tecnologico di distributori ed edicolanti, è riconosciuto a valere sulle risorse stanziate a tal fine dalla predetta norma.

Ultimo aggiornamento Lunedì 29 Febbraio 2016 15:45
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 72

innova energia

logo new

export

Cerca nel sito

Newsletter



Acconsento al trattamento dei miei dati personali (dlgs. 196 del 30/Giugno/2003)

Accesso riservato ai soci

Aprile 2016 Maggio 2016
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30

Eventi in Programma

Non ci sono eventi in programma
Consulta il Calendario