Notizie Flash
  1. Presidenza Regionale della Confesercenti del Lazio

    E' convocata la Presidenza regionale del Lazio che si terrà il 23 luglio 2013 alle ore 13.30 presso la sede dell'associazione a Roma in Via Messina 19.


  2. Presidenza Provinciale Confesercenti Roma

    E' convocata la Presidenza della Confesercenti Provinciale di Roma che si terrà il 22 luglio 2013 alle ore 13.30 presso la sede dell'associazione a Roma in Via Messina 19.


  3. Assemblea Elettiva - Proposta di Delibera convocazione Assemblea Elettiva 2013

    Proposta di Delibera: convocazione Assemblea Elettiva 2013

     

    La Confesercenti Provinciale di Roma

    CONSIDERATA

    la riunione della Presidenza Provinciale del 09.04.2013 giusto apposito punto...

  1. LAZIO SENZA MAFIE: il patto sottoscritto dalle Associazioni e dalla Regione Lazio per contrastare le infiltrazioni mafiose nel tessuto economico e sociale della Regione. ASSEMBLEA SOS IMPRESA - RETE PER LA LEGALITA'

    Protocollo LAZIO SENZA MAFIE

     

    CRIMINALITA’: ASSEMBLEA SOS IMPRESA-RETE PER LA LEGALITA’ - 2 Luglio 2015

    Siglato accordo Confesercenti Lazio e Agenzia delle Entrate Lazio

    Protocollo d'intesa

    La Confesercenti Regionale del Lazio ha sottoscritto un importante protocollo d'intesa con l'Agenzia delle Entrate del Lazio avente ad oggetto l'utilizzo delle migliori iniziative per...

  2. Diventa Imprenditore

     Diventa Imprenditore, crea una nuova azienda

    Con Confesercenti Roma utilizzando il Bando

    Start Up della Camera di Commercio, contributi

    fino a 2.500 euro per l'avvio di impresa

    Per informazioni contatta il C@t,...

Home Blog categoria
Sciopero dei benzinai: dal 15 al 17 settembre PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Venerdì 03 Settembre 2010 16:46
I gestori delle pompe di benzina  incroceranno le braccia per tre giorni da mercoledi 15 a venerdi 17  settembre per protestare contro ''il gravissimo deterioramento della  situazione in cui versano le piccole e medie imprese'' del settore.  Faib, Fegica, Figisc ed Anisa si riuniranno gia' mercoledi 8  settembre, alla presenza di esponenti parlamentari, per mettere a  punto le iniziative da intraprendere ed esplorare la possibilita' di  margini di trattativa sulla vertenza. E nel frattempo prendono carta e penna e scrivono al premier, informandolo della loro vertenza e  chiedendo l'apertura di un tavolo di confronto alla presidenza del  Consiglio dei ministri.         ''La proclamazione dello sciopero generale e' l'inevitabile  risposta al gravissimo deterioramento della situazione in cui versano  le piccole e medie imprese dei gestori -si legge in una nota Figisc e  Anisa- diretta conseguenza, assai piu' che della generalizzata crisi  economica e della contrazione dei consumi, dell'effetto combinato da  un lato della inadeguatezza delle misure per il settore che il Governo insiste a rinnovare e sostenere e dall'altro delle politiche  dell'industria petrolifera che, in un contesto sempre piu' incerto e  privo di prospettive, moltiplica comportamenti ed iniziative tese a  scaricare sempre maggiormente sui gestori i devastanti costi delle  contraddizioni del sistema''.        
''Tanto maggiormente e' giustificata la netta reazione della  categoria quanto finora e' stato altissimo il senso della  responsabilita', dimostrato da anni dai gestori e dalle loro  rappresentanze con la presentazione di proposte innovative messe a  disposizione del Governo e degli altri operatori del settore, cui sono solo state date risposte, peraltro largamente elusive,  sistematicamente improntate sul piano comunicazionale e mediatico,  piuttosto che sulla sostanza delle questioni, inseguendo facili  banalizzazioni demagogiche piuttosto che affrontare i nodi strutturali del settore e della distribuzione'', continua la nota. ''Se da un lato, infatti, non e' stato dato  seguito agli impegni assunti e sottoscritti in prima persona dal  Ministro dello sviluppo economico gia' dal 20 giugno 2008 contenenti  importanti obiettivi di riforma e modernizzazione del sistema, neppure sul fronte dei prezzi si sono conseguiti risultati apprezzabili  -continua la nota di Figisc e Anisa- Al contrario l'assenza di  qualsiasi forma di controllo ha, col tempo, generato una giungla di  messaggi pubblicitari -sempre piu' incomprensibili ed ingannevoli per  i consumatori- sui prezzi, sconti e promozioni, ai quali l'intero  'sistema' fa ormai spasmodicamente riferimento: una situazione che  espone la stragrande maggioranza dei gestori a pesantissime  discriminazioni, stanti i vincoli contrattuali e commerciali in cui e' costretta ad operare, e progressivamente sospinta fuori dal mercato''. Per questo i benzinai aderenti a Faib, Fegica, Figisc ed Anisa  hanno deciso di scrivere nuovamente al presidente del Consiglio,  Silvio Berlusconi, e al sottosegretario, Gianni Letta. ''Egregio  presidente, facciamo seguito alle precedenti comunicazioni datate 15  giugno e 16 luglio 2010 per informarla che, nonostante le ripetute  richieste di incontro e confronto sui temi legati alla vita ed alla  'sopravvivenza' della categoria dei gestori degli impianti stradali ed autostradali di distribuzione carburanti per uso di autotrazione, non  c'e' stata data alcuna possibilita' di avviare una riflessione  costruttiva che rappresentasse un'alternativa accettabile rispetto al  soccombere ad un provvedimento (ddl sulla concorrenza), peraltro  neppure consegnatoci formalmente''. ''Di fronte a tale impossibilita' le scriventi hanno deciso, in  prima istanza, di procedere alla chiusura degli impianti all'inizio  del mese di ottobre e, quindi, di fronte all'accelerazione impressa  dal Mise, di anticipare la chiusura delle attivita' dei gestori nei  giorni 15, 16 e 17 settembre prossimi. Tale accelerazione, impressa  nonostante la nostra categoria avesse sottoscritto, il 20 giugno 2008, con il ministro Scajola, il protocollo propedeutico alla  finalizzazione della legge 133/08 (con la quale si e' chiuso il  procedimento di infrazione avviato dalla Ue nei confronti del Governo  italiano)- e' giudicato dalla nostra categoria incomprensibile ed  addirittura punitivo perche' scarica sulla parte finale della filiera  petrolifera (quella piu' debole) una serie di gravami insopportabili e annulla, di fatto, le Leggi quadro all'interno delle quali il servizio di distribuzione e' stato reso dai gestori in tutte le condizioni ed a tutte le comunita': a cominciare da quelle piu' svantaggiate''.
 
Nuove norme in materia di divieto di vendita e somministrazione di bevande alcoliche. Autorizzazione all’intrattenimento “pomeridiano” negli stabilimenti balneari. PDF Stampa E-mail
Scritto da Turanva   
Mercoledì 01 Settembre 2010 16:38
Ultimo aggiornamento Mercoledì 01 Settembre 2010 16:38
Leggi tutto...
 
Federnoleggio - Confesercenti promuove Conferenza di servizi Roma Civitavecchia e Fiumicino PDF Stampa E-mail
Scritto da Turanva   
Giovedì 05 Agosto 2010 16:24
Ultimo aggiornamento Giovedì 05 Agosto 2010 16:24
Leggi tutto...
 
Delibera N°67 Comune di Roma - Tassa di soggiorno PDF Stampa E-mail
Scritto da Turanva   
Giovedì 05 Agosto 2010 15:57
 
Ultimo aggiornamento Giovedì 05 Agosto 2010 14:06
Leggi tutto...
 
Sciopero benzinai: 15, 16 e 17 settembre. Da agosto prezzi senza tetto massimo PDF Stampa E-mail
Scritto da Segreteria   
Martedì 03 Agosto 2010 13:23

Faib Confesercenti  Fegica Cisl   Figisc/Anisa Confcommercio

 

COMUNICATO STAMPA del 23 luglio 2010 

Governo e petrolieri sordi alle richieste dei gestori

Sciopero nazionale di tre giorni:

 15, 16 e 17 settembre

Dal 1° agosto prezzi senza tetto massimo

 

 

Strade ed autostrade senza carburanti per tre giorni consecutivi, dal 15 al 17 settembre. I Gruppi Dirigenti di Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Figisc/Anisa Confcommercio, riuniti a Roma il 21 scorso, hanno deciso di anticipare la chiusura degli impianti in tutta Italia già precedentemente proclamata per ottobre.

Una decisione assunta a causa delle ulteriori accelerazioni impresse da Governo e industria petrolifera su iniziative –si legge in un documento congiunto- apparentemente diverse ma concomitanti per la negatività degli effetti, che condannano l’intera categoria all’obsolescenza, ad una stagione di diritti negati, ad una residualità economica e finanche ad un’incertezza sulla continuazione dei rapporti contrattuali. Non è un caso –proseguono le tre Federazioni- che mentre si continuano a scaricare sui Gestori, tanto da parte di compagnie e retisti, quanto da parte del Governo, oneri e costi che non trovano giustificazione, vi è un incessante sovrapporsi di iniziative che hanno come bersaglio terminale, nell’indifferenza pressoché totale, soltanto la nostra Categoria.

Per questi motivi, Faib, Fegica e Figisc/Anisa hanno, inoltre, deciso di formalizzare la sospensione della validità di tutti gli Accordi sottoscritti con le compagnie petrolifere, per la parte che inseriva un “tetto massimo” alla facoltà –garantita dalle norme italiane e comunitarie- del Gestore di fissare il prezzo al pubblico dei carburanti.  Dal 1° agosto, perciò, sia sulla viabilità ordinaria che su quella autostradale, i prezzi dei carburanti non saranno più soggetti ai limiti che la Categoria, dal 2002 in avanti, si è autoimposta liberamente, con un senso di responsabilità finora ingenerosamente disconosciuto da istituzioni e mezzi d’informazione.

I Gruppi Dirigenti, infine, hanno convocato a Roma, per giovedì 9 settembre, la Manifestazione Nazionale dei Gestori, in preparazione dello sciopero proclamato per la settimana successiva. Delle decisioni assunte, sia in materia di chiusura degli impianti, che di prezzi, Faib, Fegica e Figisc stanno dando formale comunicazione, per le diverse competenze, a Presidenza del Consiglio, Ministero dello sviluppo economico, Autorità di garanzia per lo sciopero nei pubblici servizi e concessionari autostradali.

 

 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

Pagina 14 di 21

innova energia

logo new

export

Cerca nel sito

Newsletter



Acconsento al trattamento dei miei dati personali (dlgs. 196 del 30/Giugno/2003)

Accesso riservato ai soci

Febbraio 2017 Marzo 2017
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28

Eventi in Programma

Non ci sono eventi in programma
Consulta il Calendario