Notizie Flash

  1. LAZIO SENZA MAFIE: il patto sottoscritto dalle Associazioni e dalla Regione Lazio per contrastare le infiltrazioni mafiose nel tessuto economico e sociale della Regione. ASSEMBLEA SOS IMPRESA - RETE PER LA LEGALITA'

    Protocollo LAZIO SENZA MAFIE

     

    CRIMINALITA’: ASSEMBLEA SOS IMPRESA-RETE PER LA LEGALITA’ - 2 Luglio 2015

    Siglato accordo Confesercenti Lazio e Agenzia delle Entrate Lazio

    Protocollo d'intesa

    La Confesercenti Regionale del Lazio ha sottoscritto un importante protocollo d'intesa con l'Agenzia delle Entrate del Lazio avente ad oggetto l'utilizzo delle migliori iniziative per...

  2. Diventa Imprenditore

     Diventa Imprenditore, crea una nuova azienda

    Con Confesercenti Roma utilizzando il Bando

    Start Up della Camera di Commercio, contributi

    fino a 2.500 euro per l'avvio di impresa

    Per informazioni contatta il C@t,...

Home
Benzinai: proclamato lo stato di agitazione dei gestori a marchio Api-Ip PDF Stampa E-mail
Martedì 28 Febbraio 2017 11:15

Riunione unitaria comitati di colore Api-Ip: Proclamato lo stato di agitazione della categoria

Si è svolta a Roma nella sede della Confesercenti la riunione unitaria dei comitati di colore API-IP di Faib, Figisc e Fegica per fare il punto sulla difforme applicazione dell’accordo del 24 giugno, più volte contestata dalle associazioni sindacali firmatarie dell’intesa e lo stato di avanzamento degli impegni assunti in sede di confronto, per correggere le distorsioni denunciate, pretendere il rispetto dei tempi e dei modi con i quali Api-Ip si è impegnata a liquidare, anche se in ritardo rispetto ai tempi previsti nell’accordo, comunque entro novembre dell’anno appena trascorso i cali del primo semestre 2016 e in alcuni casi i cali del 2015. La riunione si è resa necessaria anche per fugare ogni dubbio relativamente alle contestazioni formulate e respinte dall’azienda che ha sempre rassicurato circa il rispetto, alla lettera, di quanto stabilito dagli accordi, assolvendo a tutti gli impegni presi in sede di confronto e invitando le sigle sindacali a segnalare, qualora lo riscontrassero, casi particolari sfuggiti al loro controllo e pronti ad essere risolti. Dagli interventi dei gestori a marchio presenti alla riunione in rappresentanza delle varie aree geografiche del territorio e responsabili dei comitati sul territorio, purtroppo è emerso quanto le tre federazioni sostenevano, ossia il completo disinteresse aziendale a recepire le nostre richieste e il mancato rispetto degli impegni presi. Le contestazioni, come noto, vertono su criticità di vario genere: una politica di prezzi che la Compagnia impone ai gestori mediamente più alta di diversi centesimi rispetto a quella dei suoi competitor, costringendo, nei fatti, i gestori ad essere perennemente penalizzati sia sull’offerta self che servita e con un differenziale di prezzo non giustificato; i ritardi cronici dei conguagli pricing; la poca trasparenza nei relativi conteggi dare avere che determina indistintamente trattenute in modo assolutamente arbitrario del contributo allo sconto riducendolo da 30 €/kl a 27 per il margine self. Inoltre il mancato adeguamento del contributo a carico del gestore delle transazioni fatte con Cartamaxima e la pretesa di far sottoscrivere con un ritardo di oltre sei mesi, una quietanza sul rimborso cali, mediamente inferiore del 40% pur nel rispetto di quanto trasmesso dai gestori come da corretta procedura, mette una pietra tombale su eventuali giuste rivendicazioni del gestore circa conguagli retroattivi . Alla luce di quanto esposto, e preso atto della volontà della Compagnia di far “pagare ai gestori le proprie inefficienze, l’assemblea ha deliberato lo stato di agitazione proponendo iniziative di protesta mirate, compreso il recupero delle somme non contabilizzate e non riconosciute, riservandosi, inoltre, eventuali azioni legali a tutela dei diritti dei gestori. Il calendario delle iniziative da intraprendere sarà reso noto all’indomani dell’incontro richiesto e che la Compagnia, con le scriventi, ha concordato di svolgere entro i primi giorni di Marzo, qualora continui a persistere questo atteggiamento che lede i diritti dei gestori.

 

innova energia

logo new

export

Accesso riservato ai soci