Assotabaccai Confesercenti: la nuova Ordinanza del Comune di Roma apprezza le richieste della categoria

E’ stata pubblicata oggi, dal Comune di Roma, la modifica dell’Ordinanza n.91 del 07/05/2020 che regola le Fasce Orarie dei vari esercizi commerciali presenti sul territorio, al fine di diversificare le aperture degli stessi, così da evitare possibili assembramenti ed il mancato rispetto del distanziamento sociale necessario come prevenzione al contagio del virus Covid-19.
La prima modifica, quella del 07/05/2020 non faceva distinzione tra le molteplici categorie commerciali, riportate come “negozi di vicinato non alimentare”, ed erroneamente, secondo noi, includeva anche le Tabaccherie.
Al fine di correggere il tiro sulla nostra categoria, ed evidenziare l’importanza che le Tabaccherie ricoprono nella quotidianità del cittadino, dimostrata anche in piena Fase 1, quando ci era stato chiesto di non chiudere per garantire supporto come “servizi essenziali”, i nostri uffici, insieme al Presidente Provinciale di Roma Gianfranco Labib, si sono attivati con l’amministrazione del Comune di Roma per allineare l’Ordinanza alle esigenze dei punti vendita.
Evidenziamo l’enorme problematica che avrebbe interessato le nostre Tabaccherie, qualora fossero state costrette ad aderire alle fasce, considerandole ricadenti nella Fascia F3, avrebbero avuto l’obbligo di apertura tra le 11.00 e le 11.30 con chiusura tra le 19.00 e le 21.30, con un orario domenicale 8.30/15.00, stravolgendo completamente la vita dei titolari e dei clienti.
-Il Comune di Roma si è dimostrato da subito molto disponibile a recepire le nostre osservazioni, (racconta il Presidente Gianfranco Labib) e tramite l’azione diretta dell’Assessore Cafarotti e del Presidente di Confesercenti Roma Valter Giammaria, si è convenuto di specificare che le Tabaccherie, insieme ad altre categorie altrettanto strategiche ed essenziali, andavano escluse dall’applicazione delle Fasce Orarie come invece erroneamente riportato nell’Ordinanza Precedente.-
Vi invitiamo ad attivare comunque tutte le cautele del caso e le misure necessarie al contenimento del contagio del Virus Covid-19 così da rendere i luoghi di lavoro sicuri per i Titolari, per i Dipendenti e per tutti i Clienti che vivono quotidianamente le vostre attività.